sabato 16 luglio 2011

Dimmi di che materia è fatta questa vita.

A ripulire la stanza, ho ridato uno sguardo ai miei cd musicali e mi è tornata la voglia di ascoltarmi Meg.
Era l'inverno scorso che avevo la fissa di lei, anche se preferisco le canzoni del suo primo album da solista.
Era ossessionata da "Audioricordi " e da " parole alate " , soprattutto della prima l'ascoltavo mille volte al giorno.
Oltre a questa parentesi musicale vi informo che ieri sera ho firmato il contratto di lavoro; dura fino a fine settembre.
Quindi spero che per ottobre di partire. In questi tre mesi mi devo svegliare da questo letargo di un anno.

Nessun commento:

Posta un commento