domenica 22 maggio 2011

Un fotografo negli alberghi o villaggi sono peggio del diavolo in persona

Bene mi sono decisa di scrivere questo post, l'avevo già in mente da qualche giorno peccato che appena inizio a scriverlo non è più divertente come lo immaginavo nella mia testa. Quindi per questo rimandavo sempre ma ora che ho un buco di due ore circa mi metto a scrivere.
Mi andava di raccontarvi delle mie avventure lavorative.
La cosa che ho notato principalmente ci sono in grande linea due tipi di clienti: quelli disponibili e anzi sono contenti che gli scatti una foto e quelli appena ti vedono, scappano veloci come se partecipassero alla maratona di New York, oppure si nascondono dietro i loro partner. Alla fine questo comportamento imbecille è fatto sempre dalle donne, cavolo basta solo che mi dici di no e non ti rompo.
Poi dopo di questi ci sono anche quelli che ti ridono in faccia, si devo ancora capire perché lo fanno.
Poi i più spilorci sono gli italiani, invece gli altri comprano abbastanza e non so perché ma quelli che preferisco in generale sono i francesi. Non l'avrei mai detto ma sono persone molto cortesi, e poi i bambini francesi mi adorano ( che credo che adorino la macchina fotografica ), una cosa che ho notato preferiscono utilizzare le parole in spagnolo che in inglese, probabilmente è vero che non hanno molta simpatia per l'inglese.
Un altra cosa che vi posso dire che le donne francesi anche a 70 anni sono eleganti e bellissime, l'inglesi in generali sono simpatiche le vedo fuori di testa. Poi ovviamente ci sono gli isterici che sono sempre con il broncio. Per fortuna che stanno in vacanza.
Credo di aver finito di raccontarvi le mie " Pazze avventure ", tra qualche ora vado a lavorare ( quando arriva mercoledì ? ), non ho la forza di fare nulla e intanto mi chiudo con la mia nuova fissa musicale: Adele. Questa canzone mi fa piangere, considerando che questo ultimo periodo sono di lacrime facile. Vi auguro di passare una bella domenica e anche il resto della vita. bye.

Nessun commento:

Posta un commento