martedì 8 marzo 2011

Viva el Carnaval!





Ho aspettato qualche giorno per scrivere, anche per raccontarvi dei carri che hanno sfilato oggi a Santa Cruz. Ed ho fatto tantissime foto ( credo 200 ) . Inizio a narrarvi dell'avventura notturna di sabato; come prima cosa mi sono innamorata del carnevale.
Guardando questo delle Canarie, è tornata una passione che avevo quando ero bambina ( forse ).
Bene passiamo alla mia avventura, sabato notte io con mio padre e i suoi amici siamo andati al nord ( ebbene si non ho passato la serata con dei baldi giovani ), con il pullman ( il costo era di 12 euro andata/ritorno ).
Dentro il pullman il finimondo, puoi bere, fumare, intonare cori ecc.. Da lì in poi si è tutti amici, infatti scherzavo con degli italiani, dei tipi del Nevada e dei ragazzetti canari ( almeno credo ).
Quest'ultimi mi facevano un sacco di complimenti ( la mia autostima aumentava ), con uno degli americani mi divertivo a toccargli le tette che si era creato per il costume, mi diceva che non potevo che erano sue xD .
Direi che in quell'ora di viaggio me la sono tagliata. Ovviamente mio padre non ha seguito il mio consiglio di non portarsi la videocamera, infatti si è perso la batteria.
La cosa che mi dispiace è che non sono mi travestita, ma il prossimo anno mi rifarò.
Siamo rimasti fino le quattro circa, abbiamo passato il tempo a ballare e gli altri anche a bere. Perchè qui quando c'è da fare festa, bevono, fumano, cercano tutti i modi di sballarsi ( tanto il giorno dopo dormono ). Però è davvero una bella esperienza da provare, invece oggi è stata una giornata molto più tranquilla peccato per la pioggia.
Ebbene si, abbiamo preso per un ora una pioggia devastante ( ed ora finalmente mi trovo sotto le coperte al caldo ), però nè è valsa la pena, i carri erano bellissimi.
Oggi mi sono pure abbuffata di schifezze ed ora ho di nuovo fame. Vi lascio qualche foto, invece le altre le sto caricando su fb. Probabilmente tra qualche giorno vi posterò un video di questa sfilata. Buon Carnevale a tutti voi.
P.S. direi che sarebbe opportuno un minuto di silenzio, sulla comorazione della festa della donna ( che io considero un lutto ) dopo questa giornata di gioia. Sarebbe carino ricordare, tutto quello per cui abbiamo combattuto e ancora combattiamo. Un beso!

Nessun commento:

Posta un commento